.
Annunci online

  tramelli [ news & entertainment ]
         




Visualizza il profilo di Filippo Tramelli su LinkedIn


30 luglio 2008

L'ultima lezione del professor Pausch

Randy Pausch, docente di Informatica, Interazione Uomo-Computer, Design nonché pioniere della ricerca sulla realtà virtuale alla Carnegie Mellon University, si è spento nella sua casa a 47 anni, vinto da un tumore al pancreas, che lo stava consumando da quando ne aveva 45. Ha lasciato una moglie e tre figli piccoli. 

Nel settembre 2006 i medici gli avevano comunicato che gli sarebbero rimasti dai tre ai sei mesi di vita. Le cure e la sua straordinaria vitalità gli hanno consentito di vivere per quasi altri due anni. Ma neppure il cancro lo ha privato della sua ironia, senso dell'umorismo e gioia di vivere.

Nella sua "Ultima Lezione" in una gremita Aula Magna dell'ateneo della CMU ha parlato di come non sia vivendo più a lungo che si batte la morte, ma vivendo bene e realizzandosi pienamente.

Prima ancora che aprisse bocca i 400 presenti gli hanno tributato una lunga standing ovation, dopo la quale il docente ha raccontato ciò che ha imparato vivendo la sua situazione: "Posso dirvi che ho fatto un sacco di cose stupide e nessuna di esse mi dà fastidio ora. Tutti gli sbagli ed i momenti in cui sono stato imbarazzato non importano. Ciò che importa è che posso guardarmi dietro e dire 'quasi tutte le volte che ho avuto la possibilità di fare qualcosa di bello ho cercato di afferrarla ed è da questo che arriva il mio sollievo".

"Trovate la passione e seguitela - ha intimato - non troverete la passione nelle cose, né nel denaro, perchè più cose e più denaro avete, più userete queste cose come metro per guardarvi attorno e vedere che c'è sempre qualcuno che ne ha di più. Quindi la passione deve arrivare da qualcosa che vi alimenta dentro".

La Disney, per cui Pausch aveva lavorato, realizzando uno dei suoi sogni d'infanzia, ha acquistato per 6,7 milioni di dollari i diritti di pubblicazione di una sua biografia, intitolata "L'Ultima Lezione", scritta con il giornalista del Wall Street Journal Jeff Zaslow.

Ecco qui la sua ultima lezione. Purtroppo non ci sono i sottotitoli in italiano, ma qui si trova la traduzione integrale. Con un po' di abilità e riducendo e affiancando abilmente le finestre di Explorer si può seguire facilmente la sua "Ultima lezione".



“L’esperienza è ciò che ottieni quando non sei riuscito a ottenere ciò che volevi”.

"Ogni ostacolo, ogni muro di mattoni, è lì per un motivo preciso. Non è lì per escluderci da qualcosa, ma per offrirci la possibilità di dimostrare in che misura ci teniamo. I muri di mattoni sono lì per fermare le persone che non hanno abbastanza voglia di superarlo. Sono lì per fermare gli altri".

"Io credo che questa sia una delle cose migliori che si possano insegnare a qualcuno: la chance di dimostrare che cosa si prova facendo entusiasmare il prossimo. Si tratta di un vero dono, un dono meraviglioso. Noi cerchiamo sempre di coinvolgere il pubblico...".



sfoglia     maggio        dicembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



Corriere
Repubblica
Tgcom

Bbc News
International Herald Tribune
Le Monde

Dagospia

Il Foglio
Il Riformista
MEDIA Quotidiano
La Voce
Radio 24 Live

www.ilgiulivo.com

Il caffé piacentino
Fort


Blog letto 119873 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom